Navigazione veloce

Con un Posto Occupato il nostro Istituto condanna la violenza contro le donne

Nell’aula magna del nostro Istituto c’è un posto occupato, una sedia dove nessuno potrà sedersi, riservata al ricordo delle donne vittime di violenza di genere.

Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante o uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società.

Questo posto vogliamo restituirlo a loro, aderendo alla campagna Posto Occupato, nata nel 2013 per denunciare l’assenza di donne che oggi potrebbero ancora essere tra noi se l’odio non le avesse uccise.

Non è possibile inserire commenti.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi